Se noi adulti non insegniamo ai ragazzi il valore della privacy, delle relazioni e della corretta comunicazione, dove andremo a finire? Le adolescenti inviano anche tante immagini, a volte nude. Non sanno se dall’altra parte c’è un loro coetaneo o chi altro e da quale parte del mondo. E una volta che le foto sono in rete, restano per sempre. I maggiori pericoli riscontrati sono da una parte, l’aspetto della giustizia e della legalità (privacy, pedofilia, istigazione alla prostituzione, creazione e detenzione di materiale pedopornografico) e dall’altra, quello della salute e del benessere.Il fenomeno del vamping - la moda degli adolescenti di trascorrere numerose ore notturne sui social - va a influenzare negativamente la qualità e la quantità del sonno dei ragazzi, con conseguenze nocive per l’organismo, nonché per le loro attività quotidiane, fino a determinare importanti difficoltà di concentrazione e di attenzione che gravano sul rendimento scolastico, favoriscono l’insorgenza di stati ansiosi, intaccando l’umore e gli impulsi. E c’è anche chi ci mette in guardia, quando ci fingiamo 13enni: “Perché a 13 anni sei su un sito del genere?

Kik - Omegle viene molto spesso associato a Kik, un altro social di messaggistica istantanea che permette agli utenti di condividere foto, disegni, emoticons, messaggi vocali e altri contenuti. Perché dall’anonimato si passa alla concretezza: il numero di telefono. Quello che sono venuta a sapere del sexting - un fenomeno sempre più in crescita - mi ha molto preoccupata da un punto di vista psicologico e sessuologico. Ho fatto 100 chat e - devo dirlo - è un mondo allucinante.

In questo caso, inoltre, è prevista una registrazione. Dunque, ho chiesto ai ragazzi (fascia di età: dalla seconda media alla quinta superiore) che tipo di siti frequentassero. “È figo, mi hanno detto”, ma soprattutto è sicuro per fare sexting. A qualsiasi ora del giorno e della notte trovi qualcuno che nel giro di due minuti ti fa una proposta hot. È un mondo perverso, in cui si creano dei meccanismi altrettanto perversi. Sì, perché le 13enni senza esperienze sessuali accettano qualsiasi richiesta.

E ripete il concetto in modo più esplicito: “Credo che saresti morbida da palpare… I maschi cercano di fare quella cosa anche con le più piccole”.

Però ti dico una cosa: qui cercano tutti di fare sesso.

Anche se l’età si può mascherare, penso proprio di sì.

Per cui bisogna riflettere sulla società in generale e su come si percepiscono i rapporti. Secondo me sì, perché non conosciamo realmente l’età delle persone, non sappiamo se i loro propositi rimangono solo sul web o si concretizzano.

Avevano anche fissato un appuntamento in un albergo, ma per fortuna i genitori li hanno bloccati in tempo, rivolgendosi alla polizia postale. Purtroppo a questa età i ragazzi sono molto vulnerabili, vogliono avere una storia e piacere agli altri.

Quindi, come sembrerebbe da questo caso, anche gli adulti usano Omegle

Tanti like e tante approvazioni accrescono l’autostima, la popolarità e, quindi, la sicurezza.